Il Fascismo è un crimine contro l’umanità

Non so se sia una provocazione lanciata ai colleghi di governo, non so se sia una trovata pubblicitaria, so soltanto che è la nostra Costituzione a dettare la strada da seguire. E lo fa in modo chiaro. Secondo i principi morali che sono alla sua base. L’antifascismo è uno di questi.

Sono inorridito dalla proposta di abolire la Legge Mancino. Sono inorridito da chi ha pronunciato quelle parole. Un Ministro della Repubblica Italiana. Un uomo che ha giurato sulla Costituzione Italiana. Lorenzo Fontana, oggi al Ministero delle politiche per la famiglia.

Non è la prima volta che mi trovo in disaccordo con lui, ognuno è libero di pensarla come vuole su qualsiasi tema. Tranne che su questo. Questa volta è stato superato il limite.

La legge 205/93, nota anche come Legge Mancino per il nome del suo proponente, l’allora Ministro dell’Interno Nicola Mancino, è il principale strumento legislativo che lo stato offre per la repressione dei crimini legato all’odio. ‘‘Sanziona e condanna gesti, azioni e slogan legati all’ideologia nazifascista, e aventi per scopo l’incitazione alla violenza e alla discriminazione per motivi razziali, etnici, religiosi o nazionali. La legge punisce anche l’utilizzo di simbologie legate a suddetti movimenti politici.’’

Fin qui tutto normale. Non mi pare normale proporre di abrogarla.

L’Italia ha già vissuto il suo periodo nero. Per quanto i revisionisti me ne vogliano, l’Italia ne è uscita malmessa peggio di quanto non lo fosse prima. Il fascismo si è sempre preoccupato di salvaguardare gli interessi dei potenti e non dei più deboli, come si vuol far passare. Sicuramente è un’ideologia legata in parte al socialismo, ma di sociale ha ben poco. Ha basato il suo potere sulla violenza, sulla repressione e sulla guerra. Si è macchiata di crimini contro avversari politici, minoranze etniche e religiose. Il fascismo è e sarà sempre leggi razziali, una guerra mondiale che ha sfinito un popolo e il genocidio degli ebrei e di altre minoranze.

La storia ha decretato il suo fallimento. La storia è ‘magistra vitae’. Chi ha aperto un libro di storia sa cosa sia significato fascismo per il nostro paese. E allora perché continuare a discutere un suo auspicabile ritorno dopo oltre 70 anni?

Lungi da me giustificare altre ideologie e carneficine. Il fascismo l’Italia l’ha vissuto in prima persona. E per questo la nostra Costituzione parla chiaro. La XII disposizione transitoria e finale vieta la riorganizzazione del partito fascista. La Legge Mancino vieta tutto ciò che è legato alla sua ideologia. È vero, l’Italia è una Repubblica Democratica. L’Art.21 Cost. sancisce la libertà di avere un proprio pensiero e di manifestarlo. Ma essere fascisti non è un’opinione. Essere fascisti non significa macchiarsi di un reato d’opinione. Essere fascisti significa essere complici di un’ideologia che si è macchiata di crimini contro il popolo italiano e l’umanità.

Il rischio di una deriva fascista non è invenzione dei giornali, non è invenzione dei Radical Chic o dei cosiddetti buonisti. Tantomeno invenzione di chi non vuole cambiare. Anzi chi vuole cambiare veramente si dissocia da tali ideologie. Il rischio di una deriva fascista nasce dall’imbarazzante mistificazione dei fatti storici, dall’incapacità di fare un’analisi critica della storia e dal dilagante analfabetismo funzionale. Se il Ministro Fontana vuole veramente difendere gli interessi del popolo italiano da un fantomatico razzismo nei suoi confronti e non fare da allodola per gli allocchi con questo tipo di propaganda, allora, è proprio dal fascismo che deve distaccarsi. E se la memoria è l’unico strumento che abbiamo per non commettere gli stessi errori, allora, per non commettere di nuovo l’errore di favorire una situazione di razzismo nei confronti degli italiani, ricordiamo le centinaia di migliaia di morti italiani che il fascismo ha provocato e chi è stato il mandante.

Forse una legge non impedirà che nel cuore di alcuni rimanga quell’anima, però son sicuro che sia un ottimo argine a quella deriva, che spero non si riaffacci più in nessuna finestra della storia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...